TENUTA PIANETTO

La Tenuta

Una viticoltura di alta collina, tra monti boscosi, conche e piccole radure, a ridosso della città di Palermo. La Tenuta di Baglio di Pianetto è un gioiello di Biodiversità, Natura e campagna siciliana. I vigneti raggiungono i 650 metri s.l.m. in un area, quella della DOC di Monreale, dove l’interazione vitigni terroir assume un valore particolare.

TERROIR

Una grande quercia sulla sommità della collina, indica il punto di convergenza dei filari di vite. A primavera il luccichio dei germogli è una festa della natura. La Tenuta di contrada Pianetto (Santa Cristina Gela), è un caleidoscopio di condizioni microclimatiche davvero indicative. Esposizione, altitudine, escursione termica, ventilazione concorrono a determinare un gioco di interazione vitigno/suolo che ritroviamo nei vini per freschezza, complessità, eleganza e vocazione alla longevità. Olio e un pò di grano completano le produzioni dell’azienda agricola che ha scelto una conduzione integralmente biologica.

VITIGNI

A Baglio di Pianetto le diverse altitudini, l’esposizione solare e i microclimi contribuiscono a creare molteplici condizioni pedoclimatiche. L’interazione con i diversi vitigni impiantati compongono e realizzano una scelta di fondo, voluta dal Conte Paolo Marzotto sin dagli esordi. Terra di rossi internazionali e – su alcune esposizioni particolari – terre per vitigni a bacca bianca, soprattutto di tradizione. Nel microcosmo della tenuta si è realizzato il sogno del vigneto perfetto con la coltivazione di varietà alloctone in prossimità dei filari dei vitigni storici della Sicilia. E’ così possibile passare dai filari di Merlot a quelli di Cabernet Sauvignon e, cambiando paesaggio, quelli di Grillo e quelli di Catarratto. Un viaggio ideale tra i protagonisti della viticoltura di qualità che comprende, a pieno titolo, anche l’Insolia, il Viognier e il Petit Verdot.

ETTARI

SICILIA NORD OVEST
88 ha 650 metri s.l.m.
61 in produzione, 5 in fase di reimpianto, 3 a uliveto.
Impianti : controspallina a cordone speronato 5000 ceppi ha
Suolo: tendente all’argilloso con presenza di ficiligno ( pietre ricche di minerali tra cui Silicio )

CLIMA

Gli inverni sono rigidi e piovosi, le estati sono regolari senza troppi picchi di caldo e sempre ventilate. Nella fase di maturazione dei grappoli – soprattutto per le varietà internazionali e le bianche autoctone – l’escursione termica tra giorno e notte è rilevante nel determinare quella complessità ed armonia di equilibrio che il Conte Marzotto ricercava in Sicilia.